domenica 25 dicembre 2016

Poesia / In tema di orrore quotidiano ( Cavia per sempre - Stupri e Altro).


Lo sbaglio è credere
che se ti feriranno
e poi udranno il pianto
gorgogliante come il siero
sul quel taglio
inciso con il gusto
di affondare in una pesca gialla
nutrita con la stessa luce
di cui ornavi la tua gola,

lo sbaglio è credere
che gli occhi di chi guarda
inorridiscano ed arretrino
nel chiuso delle palpebre
rimodellando piano
la tua forma
finché ritorni bella
come al momento
della Nascita.
Senza la nudità oltraggiata,
accanto al monticello dei vestiti
strappati all'alabastro delle braccia
a croce greca sopra il seno.

Irene Navarra, Percezioni / Doppio, 2006.

Orrore quotidiano.
Irene Navarra, Sulla mia pelle, Disegno grafico, 25 Dicembre 2016.

Per conoscere altre mie Percezioni, clicca Qui.

E adesso guarda il video.