giovedì 1 giugno 2017

Poesia / Vetro (10). Storia di un non-ritorno.


Il mio itinerario di Essere di Vetro sta per concludersi.
Molteplici esperienze di illusioni/disillusioni mi hanno segnato l'anima fluida di graffi. Profondi ma destinati a guarire nello stesso momento in cui vengono inferti. Riemergerò, dunque, riconquistando la luce piena. Saprò, tuttavia, ancora respirare nell’aria salsa di superficie?
Temo che, di mutazione in mutazione, la mia forma primigenia sia andata perduta.

Limiti.
Irene Navarra, La Luna chiama, Disegno grafico, 2017.

10

Greve è la frenesia per gli esseri di vetro.
La Luna nuova chiama. Chiama la piena.

(E il seno i fianchi dilatano
la forma senza poter toccare
rene di madreperla o sponde frastagliate.
La smania allora si trasforma in pianto.
Così la Luna beve stille salse.)

Irene Navarra, Cielo rovesciato, Disegno grafico, 2017.