domenica 1 gennaio 2017

Poesia e Arte / Inferno e Oltre.

          
Non è tempo di auguri.
Nel mondo vedo solo orrore.
Dante mi soccorre, come al solito, con le sue descrizioni visionarie,
Coppo di Marcovaldo ed Herri met de Bles mi offrono l'unico scenario possibile.
I recenti fatti di Berlino ne sono la proiezione concreta.

Diverse lingue, orribili favelle,
parole di dolore, accenti d'ira,
voci alte e fioche e suon di man con elle

Affascinata da questa lettura,
pensavo: L’Inferno siamo noi
dannati in carne e ossa
al vomito violento
della vita.

Nell’Al di là,
scontato ogni terrore,
saremo necessariamente
più in Grazia di cosi.

(La citazione della prima strofa è tratta da:
Dante Alighieri, La Divina Commedia, Inferno, Canto III, vv. 25 - 27).

Coppo di Marcovaldo (Firenze, 1225 circa -  1276 circa), L'Inferno.
Mosaico, 1260 - 1270.
 Battistero di San Govanni - Firenze.

Herri met de Bles (Civetta: Bouvignes, 1510 circa - Ferrara, 1560 circa), Inferno.
 Olio su tavola.
Palazzo Ducale - Venezia.

Irene Navarra, Inferno e Oltre, Disegno grafico e Collage.
1 gennaio 2017.
Berlino - Gorizia.

E ora la soluzione.